Assicurazione Camper: quanto costa e come stipularla

Assicurazione Camper: quanto costa e come stipularla

L’assicurazione camper può avere costi differenti a seconda delle compagnie assicurative. Ma quanto costa e come stipularla?

Assicurazione camper

Se si sceglie di viaggiare con un camper sul territorio nazionale e internazionale dobbiamo sottoscrivere un assicurazione camper, che è obbligatoria. Assicurare tale categoria di veicoli, in genere, non è molto dispendioso, proprio perché ha un tasso di sinistri molto contenuto. Per tale motivo, sono molte le compagnie assicurative che applicano condizioni vantaggiose per le assicurazioni di responsabilità civile su camper e caravan.

Generalmente, per un camper di un modello superiore a 2500 cm cubici, il prezzo può variare da 350 a 500 euro. Ovviamente, tutto dipende anche dalle garanzie accessorie che si può scegliere di stipulare. Queste, infatti, riescono a far lievitare anche di parecchio il prezzo di base.

Se vogliamo sottoscrivere coperture extra, ad esempio quelle relative al furto e all’incendio, alle coperture da eventi naturali o da responsabilità civile per i passeggeri, il costo può aumentare. Nonostante le variazioni di prezzo, in ogni caso, è sempre vantaggioso prendere in considerazione la stipula di queste polizze, con grande cura e con massima attenzione.

Il costo di assicurazione è calcolato sulla base di tre paramenti. Il primo è il valore assicurativo, cioè il valore di acquisto del camper. Il secondo, invece, è il peso, che viene scritto sulla carta di circolazione e che si riferisce al peso a pieno carico. Con peso a pieno carico si intende il peso massimo consentito a norma di legge. Infine, il terzo ed ultimo requisito: il luogo di residenza, la città o la provincia dove la persona proprietaria del veicolo vive.

Considerando questi tre aspetti, possiamo avere un’idea di quanto può costare un’assicurazione camper. E’, inoltre, possibile sospendere l’assicurazione, soprattutto per le persone che utilizzano questo mezzo soltanto per le vacanze. Volendo, esiste la possibilità di bloccarla per un minimo di 90 giorni, prima di riattivarla. In questo modo, potrete attivare l’assicurazione nel periodo delle vacanze e sospenderla alla fine di esse, per poi riutilizzarla anche l’anno successivo.

Lascia un commento

18 + quattro =