Assicurazione casa: come funzionano le detrazioni fiscali
assicurazione casa

Assicurazione casa: come funzionano le detrazioni fiscali

Esistono delle detrazioni fiscali sull’assicurazione casa. Ma come funzionano nel dettaglio? Cerchiamo di capirlo al meglio in questo articolo.

Assicurazione casa

L’assicurazione casa non è certo obbligatoria. E’, in ogni caso, consigliabile per poter far fronte alla gestione dei danni economici che possono accadere. E’ il Governo dello Stato Italiano ad aver deciso di creare appositamente norme ad hoc sugli incentivi fiscali sull’assicurazione casa. Questi cercheranno di alzare il livello degli assicurati e di coprire una parte della popolazione italiana.

Di norma, è possibile usufruire di una detrazione fiscale nella misura del 19% sulle assicurazioni casa che derivano dalle calamità naturali. Sottoscrivendo, quindi, una assicurazione sulla casa contro eventi catastrofici naturali (come ad esempio i terremoti o le alluvioni), è possibile fare subito una detrazione fiscale al 19%.

Oltre a ciò, viene anche stabilito l’obbligo di esenzione delle tasse che devono essere versare durante il pagamento assicurativo. Considerando che l’Italia è comunque considerata una zona ad alto rischio sismico, si consiglia sempre di sottoscrivere questa assicurazione. Attualmente, però, soltanto il 2% delle polizze assicurative riguardano l’assicurazione della casa nei confronti di eventi catastrofici.

Questo ci fa capire come siano davvero poche le persone che decidono di sottoscrivere tale polizza assicurativa. Queste assicurazioni vengono direttamente fornite dalle compagnie di assicurazione, attraverso l’offerta di una singola polizza. E’ possibile, però, decidere per la stipulazione di un contratto di assicurazione di tipo multirischio sulla casa. Sarà l’agente assicurativo a consigliarvi, in questo caso, per il meglio, al fine di trovare la polizza adatta al vostro caso specifico.

Le persone, però, che assicurano la casa per disastri derivanti da calamità naturali sono ancora poche. Spesso, la convinzione che sia lo Stato, in caso di terremoti o alluvioni, a dover intervenire ricostruendo direttamente le abitazioni delle famiglie colpite, va per la maggiore. Ecco spiegato il motivo del poco successo di questo tipo di polizza. Come al solito, ricordiamo che prima di firmare un contratto assicurativo qualsiasi, è necessario leggere con attenzione le clausole ed i dettagli.

Lascia un commento

9 + quattro =