Assicurazione sul mutuo della casa: come sottoscriverla e che cos’è
assicurazione sul mutuo della casa

Assicurazione sul mutuo della casa: come sottoscriverla e che cos’è

L’assicurazione sul mutuo della casa ci permette di difendersi da problematiche di diverso tipo. Cerchiamo di capire che cos’è nel dettaglio.

Assicurazione sul mutuo della casa

L’assicurazione sul mutuo della casa ci permette di proteggere l’immobile da danni e imprevisti. E’ una forma di tutela sia clientelare che bancaria, che serve come garanzia di pagamento del mutuo nel caso in cui avvengano imprevisti che impediscono a colui che ha ottenuto il mutuo di pagare alle scadenze di rimborso.

Dobbiamo, però, fare una distinzione. Esistono, infatti, due tipi di assicurazione sul mutuo: una obbligatoria e l’altra no. La prima è quella chiamata Polizza Scoppio e Incendio, mentre l’altra si intende come Polizza CPI (a protezione credito).

La prima è la stessa banca ad inserirla direttamente nel contratto al momento della stipula del mutuo. In questo modo si va a tutelare l’immobile da eventuali danni causati da scoppi ed incendi. Ricordiamo che, nonostante la polizza scoppio ed incendio sia obbligatoria, non è obbligatorio accettare l’assicurazione proposta dalla banca: ci si può, quindi, avvalere di un’agenzia assicurativa di nostra fiducia per sottoscriverla, purché le condizioni siano ovviamente approvate anche dalla banca o istituto di credito.

L’altra polizza, facoltativa ma consigliata, è quella a protezione del credito. Di che cosa si tratta? Si va a tutelare la persona che ha il mutuo in caso di imprevisti temporanei. Pensiamo, ad esempio, alla perdita del lavoro, ad un infortunio. Qui interviene l’assicurazione garantendo la continuità delle rate del mutuo, per tutto il periodo che serve alla persona per tornare ad essere in grado di pagare.

Il costo di un’assicurazione di questo tipo, in genere, si aggira sul 3% o il 5% del finanziamento ottenuto, ma molto dipende anche dall’agenzia assicurativa in questione. Alcuni, ad esempio, la sottoscrivono al 2%, altri addirittura a più del 10%. Onde evitare, però, che i tassi applicati dalle compagnie di assicurazione siano troppo alti, ricordiamo che esiste l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, cui rivolgersi in situazioni di questo tipo.

Lascia un commento

uno + dieci =