Detrazione polizze assicurative: chi può beneficiarne

Detrazione polizze assicurative: chi può beneficiarne

Parliamo della detrazione polizze assicurative. Chi sono le persone che possono beneficiare di ciò? Scopriamolo nel dettaglio.

E’ possibile beneficiare della detrazione polizze assicurative, come noto. Questo, però, è possibile soltanto in ambito di assicurazione sulla casa e sulla vita. Si parla, a tal proposito, di una detrazione fiscale al 19%. Per poterne beneficiare, deve sussistere una coincidenza tra il contraente e l’assicurato, indipendentemente da quella che è la figura del beneficiario.

Il diritto alla detrazione spetta anche al familiare fiscalmente a carico se è il contraente del contratto. Per farlo, però, deve presentare la dichiarazione dei redditi. Per poter avere tale beneficio, dovrà essere lui a sostenere la spesa.

La normativa è molto chiara. In ambito di polizze sulla vita e contro gli infortuni, per i contratti stipulati o rinnovati fino al 31 dicembre 2000, il limite massimo di spesa è di 530 euro. E’ possibile godere della detrazione anche per l’assicurazione che viene sottoscritta con una compagnia estera o per infortunio al conducente in aggiunta all’assicurazione obbligatoria RC auto.

La detrazione sarà ammessa qualora il contratto abbia una durata non inferiore a 5 anni. Per i contratti stipulati o rinnovati a partire dal 1 gennaio 2001, invece, si può detrarre i premi riguardanti il rischio di morte e invalidità permanente non inferiore al 5%. Anche il tal caso, il limite massimo di spesa è 530 euro.

Per ciò che concerne la detrazione polizze assicurative nel ramo casa, ricordiamo che anche qua è possibile beneficiare di una detrazione al 19%. In particolare, si possono detrarre le polizze che sono state stipulate dal 1 gennaio 2018 contro il rischio di eventi calamitosi. Sarà condizione necessaria ed essenziale che l’immobile sia ad uso abitativo, anche se non deve essere necessariamente una prima casa.

In questo caso, possono beneficiare della detrazione tre soggetti: il contraente, l’assicurato ed il beneficiario. Deve sussistere una coincidenza, anche in tal caso, tra il contraente e l’assicurato, indipendentemente da quella che è la figura del beneficiario. Il beneficiario in questione, infatti, può anche essere una persona diversa.

Il contribuente potrà beneficiare della detrazione fiscale del 19% se sussistono le seguenti ipotesi: se il contribuente è sia il contraente che l’assicurato, oppure se il contribuente è un contraente, mentre un suo familiare a carico è il soggetto assicurato. Ancora, se il familiare a carico è sia il contraente che il soggetto assicurato e se il familiare a carico è un contraente ed un altro suo familiare a carico è il soggetto assicurato.

Lascia un commento

4 − 3 =