Tagliando elettronico rc auto: come funziona e le cose da sapere

Tagliando elettronico rc auto: come funziona e le cose da sapere

Il tagliando elettronico rc auto ha sostituito da ormai alcuni anni quello cartaceo. Ma come funziona e che cosa è necessario sapere?

Tagliando elettronico rc auto

Sappiamo bene come il tagliando elettronico rc auto abbia sostituito la versione cartacea da dierso tempo. Il fatto che non venga più esposto direttamente sul parabrezza non implica certo che le auto non siano assicurate. Le Forze dell’ordine sono sempre aggiornate sulle coperture assicurative in ogni caso. Com’è cambiato, in sostanza, tutto ciò?

Non esiste più l’obbligo di esposizione del tagliandino cartaceo: questo viene spostato sul certificato di assicurazione. Esso andrà presentato soltanto attraverso richiesta, nelle fasi di controllo, come ad esempio per libretto auto e patente. Deve essere sempre conservato sulla vettura, in quanto la mancata esibizione del certificato assicurativo ci può far incorrere in sanzioni.

Il tagliando elettronico permette di essere in regola e di rendere più difficili le frodi a livello assicurativo. Esso non può mai essere falsificato, quindi si può stare tranquilli: le truffe sono meno in agguato. Ma come funziona, in sostanza? Attraverso la lettura elettronica della targa. E’ una procedura che è attivabile dalle Forze dell’Ordine durante un posto di blocco, ma anche con dispositivi elettronici di rilevazione a distanza, come Autovelox, Telepass, telecamere ZTL e Tutor vari.

I furbetti dovranno stare anche attenti ai pagamenti in ritardo. Non si scappa, infatti, certamente dall’eventuale sanzione. Tutte le informazioni che si trovano attraverso la lettura della targa permettono di verificare in pochi secondi se la stessa è presente nella banca dati della Motorizzazioni. Il sistema per effettuare le verifiche è molto semplice.

La compagnia invia le informazioni relative alla copertura assicurativa al Sistema Informativo Targhe Assicurative (acronimo di SITA), un’apposita banca dati. Qui vi confluiscono i dati nel database della Motorizzazione, che contiene tutti i dati sui veicoli immatricolati. Attraverso i controlli si potrà capire se gli automobilisti sono assicurati oppure no.

Lascia un commento

tre × quattro =